Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘travaglio’

perchèno travaglioDalla seconda di copertina:

“Si tratta di impedire a una maggioranza, che non ha ricevuto alcun mandato al riguardo, di mutare la Costituzione: si arrogherebbe un compito che solo una nuova Assemblea costituente, programmaticamente eletta per questo e a sistema proporzionale, potrebbe assolvere come veramente rappresentativa di tutto il popolo. Altrimenti sarebbe un autentico colpo di Stato.”

Lo ha detto, nel 1994, Giuseppe Dossetti.

Un avvertimento che rischia di cadere nel vuoto se, con il referendum di autunno, la legge di revisione costituzionale imposta dal governo Renzi entrasse in vigore con la nuova legge elettorale (l’Italicum). Due “riforme” approvate a colpi di ghigliottine, canguri e altre indegne scorciatoie.

Che cosa diventerebbe la nostra democrazia, se tutto ciò dovesse accadere? Marco Travaglio e Silvia Truzzi smontano a una a una le bugie che i riformatori spacciano da mesi a reti unificate e spiegano le ragioni del NO in questo libretto di pronto intervento. Anzi di pronto soccorso.

No-sign-610x350Dalla quarta di copertina:

PERCHÉ VOTARE NO

La “nuova” Costituzione Renzi – Boschi – Verdini è scritta coi piedi, prolissa e incomprensibile.  L’articolo 70, per esempio, passa da 9 a 439 parole.

2. La Camera avrà deputati per 2/3 non eletti ma nominati dai capipartito. Il Senato 100 senatori nominati dai Consigli regionali tra consiglieri e sindaci, protetti dall’immunità

3. Il primo partito, anche se rappresenta il 20-25% dei votanti, avrà il 54% dei deputati e il suo capo sarà padrone del governo, del Parlamento, del Quirinale, delle Authority e della Rai.

4. Il bicameralismo non è affatto superato: il ping pong dalle leggi Camera-Senato rimane e i sistemi di approvazione passano da 2 a 10. Dal bicameralismo perfetto al bicameralismo confuso.

5. Per le leggi di iniziativa popolare, le firme da raccogliere passano da 50 a 150 mila. Per i referendum (in cambio di un quorum un po’ ridotto) da 500 a 800 mila.

Ps. Se vince il No, Renzi e la Boschi hanno promesso di andare a casa. Quasi quasi...

costituzionebella

Annunci

Read Full Post »

Ho provato profonda amarezza ma di più disgusto direi nel leggere stamane quanto ha scritto il noto giornalista intellettuale Marco Travaglio sul blog che tiene sul sito de Il fatto quotidiano. Lo riporto qui di seguito:

“La prima Liberazione, nel ’ 45, avvenne grazie alle truppe anglo-americane con qualche migliaio di partigiani. La seconda avviene grazie alle truppe franco-tedesche con qualche Carlucci e Pomicino di complemento.”

Mai avrei pensato di sentire paragonati i partigiani che hanno combattuto e perso la vita per la democrazia e per la nostra (e di tutti compresa quella di Marco Travaglio) libertà ai personaggi  da lui citati.

Dedico a Marco Travaglio l’immagine del gonfalone dell’Anpi Provinciale di Milano che ricorda i 2855 Martiri della sola area milanese, l’immagine del gonfalone della Fiap con le Medaglie d’Oro conquistate durante la guerra contro l’oppressore nazista e i fascisti suoi alleati e  per ultimo i volti belli di Stellina Vecchio e Norina Brambilla che alla Liberazione parteciparono e che scommetto che il bravo giornalista non sa neppure chi fossero.

rg

Norina Brambilla, nome di battaglia Sandra

Stellina Vecchio, nome di battaglia Lalla

Read Full Post »