Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘vittorini’

Uscito subito dopo la fine della guerra (giugno 1945) e subito dopo la liberazione, Uomini e no è probabilmente il primo romanzo sulla Resistenza e il primo commento di uno scrittore. Vittorini traspone sulla pagina scritta tensioni e passioni e scrive il romanzo della lotta partigiana e della resistenza cittadina e dichiara con nettezza la necessità della Resistenza, ma dissemina dubbi e incertezze su quanto è accaduto: sul presente e sul futuro, sul senso profondo del combattere e del morire, sulla non–umanità che non è altro dall’uomo, ma è nell’uomo ed appartiene all’uomo. Sull’essere uomini o no.

Uomini e no è il romanzo del periodo più tetro e arroventato della Resistenza , dopo il settembre del 1943 a Milano.
La città respira e si macera in un’unica passione: la lotta accanita, fatale come una necessità a cui operai e intellettuali si sono votati con disperata volontà. “Noi lavoriamo perchè gli uomini siano felici”. Il protagonista Enne 2 lotta contro il fascismo per la liberazione di ognuno di noi, del nostro paese e del mondo e, nel capitolo 68, per bocca di un vecchio, l’autore dice:  “Si capisce, che sia di ognuno e sarà maggiore nel mondo”.

clf

Read Full Post »